sabato 26 marzo 2011

6 marzo 2011:Festa della donna a Villa Godi Malinverni

150 donne, provenienti da Friuli e Veneto, in allegra brigata verso Vicenza, alla prima Villa progettata dal Palladio: Villa Godi Malinverni ad ammirarne le 9 sale perfettamente affrescate, il parco secolare e vivere il pranzo di gala in elegante salone, a suon di musica e divertimento.
Poi, eccole al Museo della ceramica di Nove e poi visitare laboratori artigianali di ceramica, tra cui la Larry ceramica, dove in bella mostra c'erano le famose Madonne di Lourdes.
Bus 1 e 2

Bus 3 spilimbergo
premiazione







museo ceramica di Nove

ponte aprile 2011

BERTIOLO:

2° Edizione del Concorso di teatro con “Clâr di Lune”

La compagnia Teatrale “Clâr di Lune” con il sostegno della Provincia di Udine, Fita e Uilt promuove la seconda edizione de “la Buteghe di Teatri", inedito concorso teatrale in lingua friulana abbinato alla cena, per sabato 16 aprile, ore 20.30 presso la sala "San Giacomo" a Pozzecco.
Il tema conduttore attribuito alle tre compagnie teatrali partecipanti è “ Il formadi senza viârs” – l’inquisizione, le streghe, i benandanti dal 1300 al 1500”. Ciascuna con un tempo stabilito per dimostrare ai commensali la capacità di recitazione, di coinvolgimento del pubblico, coesione tra i componenti la compagnia.
Sulle orme della fortunatissima edizione 2010, partecipano l’Assemblea Teatrale Maranese di Marano Lagunare, spettante di diritto in quanto vincitrice della prima edizione, la Filodrammatica di S. Maria di Sclaunicco e la Compagnia della Brocchetta di Udine. Lo scorso anno era stata premiata come miglior attrice Daniela Bressanutti, della Compagnia codroipese “Agnul di Spere”, anche autrice della farsa “Clinto, petez e vin di ort”, per la “marcata capacità di adattamento al ruolo con personale carica istintiva e l’empatica espressività, in grado di coinvolgere efficacemente il pubblico”.
L'ambientazione della cena 2011 è quella di una taverna medievale dove le compagnie si esibiscono tra una portata e l'altra. Il menù, rigorosamente medievale, è curato dalla Trattoria "da Nino" di Bertiolo. Al termine della cena, con il giudizio dei commensali e di una giuria appositamente individuata, si premiano il miglior gruppo ed il miglior attore caratterista. Fuori concorso e per l'occasione, la Compagnie "Clâr di Lune" mette in scena la storiella "Il purcìt dal mulinâr.
Per iscrizioni alla cena, fino ad esaurimento posti disponibili, scrivere a clardilune@libero.it oppure telefonare al cell. 3475706579.

CAMINO
Sulla via del consumo consapevole con il “CIAVEDÂL”

Tre le serate ideate e condotte dall’Associazione culturale “Il Cjavedâl, presieduta da Annalisa Guerra. Tre le cantine ospitanti, Sbaiz, Panigutti e Ferrin. Tre i ventagli di contenuti trattati con passione e competenza dalla Dott.ssa Maria Ida Turello, docente di consumo responsabile e consapevole nonchè autrice del libro “L’aglio di Resia e la sua valle”. Innumerevoli gli spunti di riflessione e di interesse verso ciò che normalmente si acquista e non solo al supermercato, fino a diventare consumatori consapevoli ed informati. Su quali criteri si basano i nostri acquisti? Quali conseguenze hanno sulla nostra salute, sull’ambiente e sulla società? Cosa si cela, per esempio, dietro i diversi tipi di uova che troviamo sullo scaffale del supermercato? Se sono del tipo 3, ovvero di galline allevate in gabbia, rischiamo di ingerire grandi quantità di antibiotico. E nella coca cola, quanto acido artoposporico beviamo? E nelle merendine, quanto alcool va nello stomaco dei nostri bambini? E’ importante imparare a dire no agli oli vegetali, al glutammato, agli aromi artificiali equivalenti a molecole chimiche cancerogene? E i fagiolini che acquistiamo in gennaio e arrivano dall’Africa, quante ore hanno impiegato per arrivare fino a noi? E quanti pesticidi sono stati usati per darceli tutti verdi e perfettamente uguali? Quanti sanno che le banane, in America latina, vengono rinchiuse appena germogliate in sacchetti di plastica pieni di pesticidi e poi vengono colte crude prima di affrontare lunghi viaggi? Anche acquistare un paio di scarpe deve aguzzare la nostra attenzione o quando ci avvaliamo di vari ed indispensabili servizi. Leggere bene le etichette per evitare prodotti che contengono sostanze nocive, valutare la provenienza delle case produttrici diventa un dovere. Inconsapevolmente, infatti, con i nostri acquisti possiamo alimentare sfruttamenti ingiusti o contribuire a gravi inquinamenti o nuocere alla salute di tutti. Gli affollati incontri sono serviti ad aprire gli occhi e a suggerire indicazioni indispensabili sulla via del consumo consapevole.


CAMINO
7° edizione del Premio Marinig, dedicato alla pittura

Per ricordare l’insigne figura di Primo Marinig, già sindaco di Camino e Vice-Presidente della Provincia, l’Associazione culturale”il Cjavedâl” organizza la settima edizione del Premio a lui dedicato, quest’anno improntato sulla pittura. Tutti possono partecipare. Artisti e non, di qualsiasi età, affermati o emergenti, italiani o stranieri, studenti di Istituti d’Arte ed Accademie Nazionali e non. “Questo concorso costituisce un’opportunità per gli artisti” spiega la Presidente Annalisa Guerra “ in quanto l’Associazione, con i quadri pervenuti, allestirà una mostra collettiva dal 11 giugno 2011 al 9 luglio 2011 presso la Civica Biblioteca di Camino al Tagliamento, la cui visione sarà libera. Le opere saranno inoltre pubblicate sul sito internet www.ilcjavedal.blogspot.com.”
Ai concorrenti viene richiesto di interpretare la poesia “Paesaggio nievano” di Primo Marinig, il cui testo è riportato sulla prima pagina del pieghevole. Ciascuna opera non dovrà superare gli 80X100 cm. E’ ammessa ogni tecnica pittorica. Non è richiesta alcuna quota di partecipazione. I partecipanti non potranno presentare più di due opere che dovranno portare, a tergo del dipinto, nome e cognome dell’autore, indirizzo, telefono, titolo dell’opera, tecnica di esecuzione, dimensioni del quadro, materiale su cui è stato realizzato, autorizzazione o meno a partecipare all’asta benefica e firma. La mancata etichettatura, secondo le modalità richieste, potrà escludere l’opera dal concorso.
Le opere munite di apposite attaccaglie, indipendentemente dal fatto che siano o meno incorniciate, potranno essere consegnate entro e non oltre il 20 maggio 2011, presso la Segreteria dell’associazione culturale “Il Cjavedal” Via P. Pezzè 8, 33033, Codroipo
(Ud), dal martedì al sabato 09.00-12.30 e 15.00-19.00, tel. 0432-906681 o 333-8497940.
1° Premio: euro 500 e acquisizione del quadro da parte della B.C.C. di Basiliano.
2° e 3° premio: targa di riconoscimento. La Giuria sarà presieduta dallo scrittore Paolo Maurensig e composta da esperti d’arte. I quadri degli artisti, che ne hanno dato adesione, parteciperanno ad un’ asta benefica, con prezzo base assegnato dalla Commissione Giudicatrice. I proventi dell’asta saranno devoluti in beneficenza.
La premiazione avrà luogo Mercoledi 2 giugno 2011 presso la prestigiosa cornice di Palazzo Minciotti a Camino al T. alle ore 18.00.
Fuori concorso, la Scuola Elementare di Camino potrà partecipare all’evento secondo le modalità che riterrà più opportune.

CAMINO
A.F.D.S. Danussi riconfermato alla presidenza

La Sezione AFDS ha rinnovato le cariche per il quadriennio 2011/2014 riconfermando a pieni voti il presidente uscente, Illario Danussi ed il direttivo uscente. Vice- Presidente è Giuliana Frappa, Rappresentante dei Donatori Giovanni Bertossi, Alfiere Pierino Del Negro, Segretaria Azzurra Locatelli. Nuovi ingressi e altri riconfermati tra i consiglieri: Spagnol Lilia, Tuppin Armando, Barbui Luca, Colosetti Beppina, Dassi Sandrine, Gazziola Silvia, Gobbatto Severino, Lenarduzzi Egidio, Panigutti Fabrizio, Locatelli Luigino, Del Negro Giorgio, Bovo Giuseppe, Finos Davide e Campanotti Rino. Revisori dei Conti: Bosa Carla, Cecatto Giuseppe e Chiminello Romina.
Nella relazione morale il Presidente ha ringraziato tutti i presenti, tra cui il Vice-Sindaco Locatelli e il Consigliere Provinciale Fuser, i consiglieri che per motivi personali non si sono ricandidati per l'ottimo lavoro svolto. Ha evidenziato l'incremento delle donazioni effettuate e l’ingresso di 10 nuovi donatori, l'impegno costante dei suoi collaboratori sempre disponibili e generosi. Dopo aver elencato le diverse manifestazioni organizzate nell'annata, sottolineandone la riuscita, ha concluso ringraziando l'Amministrazione Comunale da sempre sostenitrice dell’A.F.D.S., promettendo che anche per il futuro l'impegno nella propaganda del dono del sangue.


CAMINO T

UN VIAGGIO NELLE TERRE DI MEZZO E NELLE PAGINE DI LUIGINO VADOR
Quando natura e letteratura si danno la mano, quando l’emozione di un viaggio virtuale incontra il luogo giusto dove alloggiare ecco nascere serate come quella da Ferrin a Bugnins, nata dalla sinergia tra l’Associazione “Terre di Mezzo”, l’ Azienda agricola, e le pagine dei libri di Luigino e Nicoletta Vador. Uniti per dare voce e ali allo stesso progetto di sviluppo locale e valorizzazione del territorio della media pianura friulana con un mix tra produzione locale, marketing turistico, aziende private per un modello organizzativo riconosciuto a livello nazionale come buona prassi turistica. L’incontro culturale, presentato da Davide Lorigliola, voleva comparare le strade percorse da Terre di Mezzo, tra cui spiccano il Festival del racconto e l’ ambizioso progetto di sviluppo e cooperazione internazionale, e gli scrittori friulani Luigino e Nicoletta Vador che, dal 2004, hanno collezionato ben nove pubblicazioni, tutte ambientate nelle terre del Medio Friuli. In Luigino, infatti, ad un certo punto della vita, si è fatto prepotente il desiderio di scrivere per fissare sulla carta la fine di un'epoca, che lo ha visto bambino e adolescente. Immediati i riconoscimenti, con le presentazioni in Rai e l'accoglimento di un pubblico sensibile alle tematiche trattate. Da allora, in una crescita febbrile di idee, misurandosi con realtà, ricordi, fantasia, sensibilità e poesia, insomma "anima e cuore", Luigino e Nicoletta non hanno più smesso di raccontare e raccontarsi. Brani tratti dai loro libri sono stati letti dalla stessa autrice e da Claudio Moretti, uno degli attori cardine del Teatro Incerto.


CODROIPO: NIDIA E LA GALLINA



Nella primavera del 2003 alla scuola elementare di Via 4 Novembre, ogni alunna e alunno aveva avuto in dono un uovo da tenere al caldo in incubatrice e da cui veder nascere un pulcino. Cosa che avvenne in modo perfetto sotto l’amorevole cura del Signor Franco Francesco. A ciascuno poi venne affidato uno di quei pulcini. Anche Fabrizio Pez di Beano ne portò a casa uno. Crocheli fu il nome che lui scelse per quella che oggi è una felice gallina, circondata da affetto e confort inusuali per un animale solitamente votato a ben altro destino. Lo scorso 11 febbraio la fortunata Crocheli ha “beccato” ben otto candeline, nel corso di una festicciola di compleanno tagliata a sua misura, presente la famiglia Pez con la vulcanica Nidia, mamma di Fabrizio e Francesco, alcuni amici storici e la gallina dei vicini, affettuosamente chiamata “Forza Italia”, che senza Crocheli non può proprio stare. Le loro vite si snodano tranquille in casa Pez, dove puntuale, Crocheli provvede a controllarne i ritmi quotidiani come le partenze e gli arrivi da scuola, la sveglia e la buonanotte, gli orari dei pasti a base di crocchette dell’amico gatto. Incantevole la complicità tra mamma Nidia e Crocheli e quella forma sottile di comprensione che sfata la nomea che considera le galline animali poco intelligenti. Quanto può vivere una gallina? La risposta potrebbe giungere da Crocheli ma tra molto tempo, visto che non corre alcun pericolo di finire in pentola. Nemmeno se “gallina vecchia fa buon brodo”. “Dovrebbe cuocere troppo – asserisce Nidia – e finchè ci saremo noi Crocheli potrà dormire sonni tranquilli”.

P.G.


CODROIPO

Aria di primavera con Naonis Club

Il terzo fine settimana di aprile il Camper Club “Naonis” di Pordenone ha messo in cantiere la prima edizione di “Aria di primavera”, due giorni dedicati al convivio in mezzo alla natura dei Molini Di Bert-Bosa di Codroipo, alle passeggiate e corse in bici, caccia al tesoro, gara di pesca, gara di bocce e, soprattutto, alla gioia dello stare insieme nel condividere esperienze di viaggio e la passione per il camper. L’idea dei promotori, capitanati dal Presidente Giuseppe Alacqua, è quella di creare un appuntamento di riferimento istituzionale dell’Associazione, da affiancare all’ormai collaudato evento della “Purcitada”. Due giorni all’insegna della scoperta di luoghi inediti ed ameni, ricchi di storia e di natura che qui regna inalterata e rispettata. A due passi dal centro di Codroipo e dal Parco delle Risorgive che attira ogni giorno centinaia di estimatori. Per info sul Camper Club Naonis e-mail campernaonis@fastwebnet.it

CODROIPO
LA SCUOLA DANCEART ALL’INTERNATIONAL DANCE FESTIVAL
Grande soddisfazione per la scuola di danza classica e moderna Danceart – Città di Codroipo, diretta da Alessandra De Marchi ed Astrid Tomada. E’ stata selezionata, infatti, tra le migliori scuole per far esibire un gruppo di allievi ed allieve a “Danzando sulle Note” che ha trovato degna cornice nel prestigioso Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Ammessi allo spettacolo giovani danzatori e danzatrici tra gli 8 e i 16 anni, allievi delle scuole più qualificate del Friuli che hanno condiviso una serata di sano e costruttivo confronto sul palcoscenico. Il riuscitissimo spettacolo è stato inserito nella quinta edizione dell’Axis International Dance Festival ed il ricavato devoluto alla Fondazione Francesca Rava N.P.H Italia Onlus, impegnata nella costruzione di un orfanotrofio ad Haiti. Allo spettacolo sono intervenuti il noto ballerino televisivo di “Amici” Josè Perez che si è esibito in vari balletti e l’udinese Andrea Pelizzari, più conosciuto come Mr Brown, direttamente dal programma televisivo “Le iene” in veste di testimonial della situazione di Haiti. Egli, infatti, ha realizzato in quella terra un cd musicale e un video per la raccolta fondi per costruire una nuova casa di accoglienza per bambini rimasti soli a causa del terremoto. Un coro formato da 30 bambini ha cantato dal vivo la colonna sonora.

CODROIPO

UN PREMIO MONDIALE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA DI RIVOLTO

E’ l'unica Scuola dell'Infanzia premiata al 7° concorso internazionale di Poesia “Castello di Duino" dal tema "Orizzonti" , promosso dall'Associazione Poesia e solidarietà, con l'adesione della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Commissione Nazionale Unesco. Il concorso è uno dei più importanti a livello mondiale riservato ai giovani. Quest’anno hanno partecipato 88 progetti scuola da vari paesi europei ed extraeuropei e oltre 1200 giovani da 80 paesi del mondo. Così, grazie alle parole e alle emozioni dei bambini, che hanno inventato poesie e rime su “un papà fatto di stella” la scuola di Rivolto fa parte del Mondo che ha incontrato, domenica 27 marzo, alla cerimonia di premiazione, all’interno del Castello di Duino, dove si è presentata con un centinaio di bambini, genitori e nonni.








RIVIGNANO
FIABE IN BIBLIOTECA

Le allieve del corso di “Lettura interpretativa” condotta dall’insegnante Paolo Bortolussi all’UTE della sezione di Rivignano –Varmo, hanno deliziato grandi e piccini agli spettacoli di lettura di racconti e fiabe tenuti in biblioteca a Bertiolo, nella sala consiliare di Varmo e nella Biblioteca di Rivignano.
Tre occasioni ghiotte per sognare ad occhi e orecchie aperte, spaziando in orizzonti nuovi. Cosa inusuale per il tempo in cui viviamo, dimentichi quasi dell’arte di leggere e, di conseguenza, dell’ascoltare e dell’osservare. Per questo le allieve del corso”Impariamo a leggere” cercano di far riscoprire questi valori, animando favole e racconti spesso inventati e sceneggiati in proprio, con immagini, musica o burattini. In questo modo l’ascolto si fa più fluido e piacevole, la fantasia viene risvegliata, l’espressività porta al cuore della trama. La mimica rafforza i contenuti, l’accompagnamento musicale, come a Varmo con le chitarre del trio Vescovo,Gardin, Golin, sostiene i ritmi della lettura. La lingua, sia italiana che friulana, contribuisce a recuperare una cultura che rischia di scomparire e la tecnica della narrazione, appresa al corso, dà man forte fino a costruire momenti irripetibili di rara eleganza interpretativa.

sabato 19 marzo 2011

18 febbraio 2011: 50 primavere per Luciana

Eccola Luciana dall'alto del suo castello ricevere gli auguri di tutta la scuola per la sua "carriera" anagrafica del mezzo secolo. Auguriiiiiiii


1 marzo 2011: festa carnevale

Carnevale con il pesciolino d'oro, la storia che è stata interpretata da Paola, Maristella, Raffaella e con lettura di Sandra per divertire i bambini e anche noi grandi.


Carnevale con il pesciolino d'oro, la storia che è stata interpretata da Paola, Maristella, Raffaella e con lettura di Sandra per divertire i bambini e anche noi grandi.

13 FEBBRAIO 2011 - SAN VALENTINO al castello di Bevilacqua

Nella splendida cornice di un autentico castello medievale in 150 abbiamo festeggiato la ricorrenza dedicata all'amore. In più, al Museo della civiltà contadina di Carceri, alla ricerca del tempo che fu con un'immersione nei ricordi d'infanzia.


ecco gli autori delle foto del calendario Abaco 2011



con i titolari del castello, Sigg. Miresi e Roberto







al Museo di Carceri
di nuovo a...scuola

A TUTTE LE DONNE MERAVIGLIOSE

DONNE
Ricordatevi che uno strato di polvere protegge i mobili... Una casa è più bella se si può scrivere "ti amo" sulla polvere sul mobilio. Io lavoravo 8 ore ogni fine settimana per rendere tutto perfetto,
"nel caso venisse qualcuno". Alla fine ho capito che "non veniva nessuno", perché tutti vivevano la loro vita passandosela bene !!!
Ora, se viene qualcuno, non ho bisogno di spiegare in che condizione è la casa: sono più interessati ad ascoltare le cose interessanti che ho fatto per vivere la mia vita. Caso mai non te ne fossi accorta... la vita è breve, goditela! Fa' pulizia, se è necessario... Ma sarebbe meglio dipingere un quadro, scrivere una lettera, preparare un dolce, seminare una pianta, oppure pensare alla differenza tra i verbi "volere" e "dovere". Fa' pulizia, se è necessario, ma il tempo è poco... Ci sono tante spiagge e mari per nuotare, monti da scalare, fiume da navigare, una birretta da bere, musica da ascoltare, libri da leggere, amici da amare e la vita da vivere. Fa' pulizia, se è necessario, ma... C'è
il mondo là fuori: il sole sulla faccia, il vento nei capelli, la neve che cade, uno scroscio di pioggia... Questo giorno non torna indietro.. Fa' pulizia, se è necessario, ma... Ricorda che la vecchiaia arriverà e non sarà più come adesso... E quando sarà il tuo turno, ti trasformerai in polvere.
Trasmettilo a tutte le donne meravigliose della tua vita...

CAMINO T

UN VIAGGIO NELLE TERRE DI MEZZO E NELLE PAGINE DI LUIGINO VADOR

Quando natura e letteratura si danno la mano, quando l’emozione di un viaggio virtuale incontra l’anima giusta dove alloggiare ecco nascere serate come quella di venerdì 25, ore 21.00, da Ferrin a Bugnins, in Casali Majone. L’unione tra l’Associazione “Terre di Mezzo”, l’ Azienda agricola Ferrin e le pagine dei libri di Luigino e Nicoletta Vador stanno dando voce e ali allo stesso progetto di sviluppo locale e valorizzazione del territorio della media pianura friulana. La sinergia tra produzione locale, marketing turistico, aziende private costituisce un modello organizzativo riconosciuto a livello nazionale come buona prassi turistica e oggetto di numerosi convegni accademici. L’incontro culturale di venerdì, presentato da Davide Lorigliola, si pone l’obiettivo di comparare le strade percorse da Terre di Mezzo, tra cui spiccano il Festival del racconto nelle Terre di Mezzo ed un ambizioso progetto di sviluppo e cooperazione internazionale, e dagli scrittori friulani Luigino e Nicoletta Vador che, dal 2004, hanno collezionato ben nove pubblicazioni, tutte ambientate nelle terre del Medio Friuli. In Luigino, infatti, ad un certo punto della vita, si è fatto prepotente il desiderio di scrivere per fissare sulla carta la fine di un'epoca, che lo ha visto bambino e adolescente. Immediati i riconoscimenti, con le presentazioni in Rai e l'accoglimento di un pubblico sensibile alle tematiche trattate. Da allora in una crescita febbrile di idee, misurandosi con realtà, ricordi, fantasia, sensibilità e poesia, insomma "anima e cuore", Luigino e Nicoletta non hanno più smesso di raccontare e raccontarsi. Brani tratti dai loro libri saranno letti dalla stessa autrice, Nicoletta Vador e da Claudio Moretti del Teatro Incerto. La serata è a libero ingresso.