lunedì 30 maggio 2011

28 MAGGIO 2011 - 20° Saggio di Danza a Camino al Tagliamento (UD)

Ho avuto l'onore e la fortuna di presentarli tutti. E questo è il ventesimo. L'emozione di essere sul palco che ho sempre amato, quello del Teatro di Camino, a siglare un numero così importante...mi ha fatto un certo effetto. Sono certa che è l'ultimo, perchè è giusto che sia così.

Una sorta di saluto insomma.


28 MAGGIO 2011 - Saggio di musica al Benois

2 giugno 2011- premiazione del concorso Marinig

CAMINO
Mercoledi’ 2 giugno, alle ore 18.00, presso Villa Minciotti in Via Tagliamento, avrà luogo la cerimonia di premiazione della settima edizione del Concorso dedicato a Primo Marinig, già sindaco di Camino e Vice-Presidente della Provincia di Udine. Il concorso di pittura dal tema “le parole prendono forma” ha registrato una cinquantina di opere pervenute, ispirate ad una poesia scritta da Marinig "paesaggio nieviano". La giuria, presieduta dallo scrittore Paolo Maurensig e formata da MARCO CODOGNOTTO, gallerista - ENNIO MALISAN, pittore – ANDREA DALLA COSTA, artista, - SERENA BAGNAROL, storica dell’arte – SONIA SQUILLACI, pittrice ha scelto i sei finalisti cui assegnare le targhe ed il premio in denaro al primo classificato oltre all’acquisizione del quadro da parte della BCC di Basiliano. I quadri degli artisti che ne hanno dato adesione parteciperanno ad un’asta benefica con prezzo base assegnato dalla commissione giudicatrice. Al concorso ha partecipato anche la locale Scuola Primaria che ha coinvolto tutti gli allievi nella realizzazione delle opere a contenuto didattico. La cerimonia di premiazione è a libero ingresso.

mercoledì 25 maggio 2011

20-21 maggio 2011: Sardegna: Porto Cervo

Un assaggio della Costa Smeralda in due giorni. Pochi sì ma sufficienti per carpirne la bellezza. Nord Sardegna, con Porto Cervo e la sua sfilata di grandi firme a prezzi proibitivi, Baia Sardinia dai panorami affascinanti, uno sguardo ai nuraghi e alle meraviglie naturali e poi...già di ritorno!

Al convegno G40

Porto Cervo

i nuraghi
Costa Smeralda
Baia Sardinia

lunedì 16 maggio 2011

7-8 maggio 2011: CROAZIA INEDITA... Rijeka, Opatija, Labin, Rabac, Fazana, Pazin, Motovun

Due giorni dedicati alla Croazia meno conosciuta, eppure così ricca di storia e bellezze naturali. Nevio e io la scopriamo così: 1°tappa: RIJEKA o FIUME, ad assaggiare il sole croato sul corso principale, animato da scarpe e passi e capelli e vestiti di nazioni diverse. Seduti, osserviamo l'umanità ambulante sul cemento consolidato. E' a passeggio, mostrando la pelle ghiotta d'estate. Una vecchia chiede una Kuna. Emana un odore forte, nauseabondo.Ha stivali con cerniera abbassata. Nasconde la storia nenegli occhi segnati dal riposo stentato. Non abbiamo kune. Se ne va, strisciando il passo. Chissà cosa ha pensato di me e di Nevio. Forse nulla. In un baleno è già agli altri tavoli, berretto in mano e rituale di richiesta il croato.
2° tappa: NOVI VINODOLSKI, dal bellissimo mare, spiaggia di sassi e sabbia. Di fronte l'isola di Krk o Veglia ed un'isoletta che si fa ammirare per la grazia e i colori che riflettono sul mare.
3° tappa: LABIN o ALBONA, paese addormentato sulla collina, in balia di gatti denutriti e case che attendono i turisti e l'estate. Costa orientale dell'istria. Penisola immersa nel calore dell'Adriatico. Andando a RABAC vedute da cartolina lungo la costiera. Colli carichi di pinete e mare azzurro con punte di vele bianche.
Alloggiamo all'Hotel Bellevue con vista sul mare che "assaggiamo subito".
4° tappa: RABAC ci accoglie con uno splendido sole. Ci sediamo fronte mare a guardare i sub che si immergono per pulire i fondali. Portano in superficie scarpe, batterie d'auto, lamiere, bottiglie, una sedia di plastica e perfino una biciletta.Un inno alla maleducazione umana!Qui, dove la natura si fa spettacolo l'uomo la ferisce senza il minimo scrupolo.
5° tappa: FAZANA, all'imbarco per l'isola di Brioni. Favoloso pranzo di pesce da Nicola.
6° tappa: PAZIN o PAZINO. Visitiamo, dentro al castello, il Museo etnografico. Un'emozione è entrare in un tempo già morto che qui rivive. Qui è nato Sergio Endrigo nel 1947. La sua voce canta " Come vorrei essere un albero che sa dove nasce e dove morirà". Ciò che ci colpisce di più è il documentario sull'esodo da Pola nel dopoguerra. Stava arrivando Tito e gli italiani non erano graditi. In 27mila sono fuggiti, senza un'imprecazione, senza gesti scomposti. Con gli occhi fissi alla città che non vedranno più, a quelle strade che non percorreranno più. Sono andati a Latina, ad Arezzo, in Friuli, ripetendo "Non si torna...non si torna. Pola addio".Silenzio e dolore, pioggia e fango, erano naufraghi nella tempesta della Pace".
7° tappa: MOTOVUN o MONTONA, posizionata sul cocuzzolo di un'alta collina. C'è da camminare e in salita per arrivare al castello. Sentiamo un po' la fatica ma da lassù il panorama sulla vallata è sorprendente! Ci fermiamo a sorseggiare la brezza sull'altura! Prima di scendere e tornare a casa. Felici di aver imparato e visto ed apprezzato angoli della Croazia inediti ma molto interessanti e veri.

Rijeka

Opatija
Labin

Hotel Bellevue




Rabac


Fazana

Museo di Pazin



Montona

domenica 15 maggio 2011

16 aprile 2011: In giuria a "Buteghe di teatri"

Clâr di Lune
premiazione
con Elisa
giada e loredana


prove di streghe









Definisco fortuna la possibilità, per il secondo anno, di far parte della giuria
a "Buteghe di Teatri", condotta da Clâr di Lune, la compagnia di tetaro di Bertiolo di cui sono socia onoraria. Spettacolo tra gli spettacoli, parata inesauribile di ilarità e fascino, candidata alla perfezione organizzativa in ogni ambito, dalla cucina alla location, all’accoglienza e al senso dello stare bene: tutto questo e molto altro a Pozzecco, sala San Giacomo, alla”Buteghe di teatri”,per la regia di Loredana Fabbro. “Il formadi senza viârs – l’inquisizione, le streghe, i ben andanti dal 1300 al 1500” era il tema. Tre le compagnie in concorso: Filodrammatica di S. Maria di Sclaunicco che ha presentato “Magde dal Borc”, storia di streghe e pozioni magiche, la Compagnia Brocchetta di Udine con “La Buteghe dal formadi” dall’immediata simpatia e l’Assemblea Maranese, vincitrice della scorsa edizione, con “La striga muta” espressa nell’originale dialetto maranese. La compagnia Brocchetta ha fatto il pieno di premi, aggiudicati dalla giuria e da tutti i commensali. Ha vinto, infatti, come miglior compagnia e l’attore Valdi Tessera è risultato miglior caratterista. Fuori concorso ha dato saggio del proprio valore recitativo la Compagnia “Clâr di Lune” che si è meritata applausi, complimenti e soprattutto l’arrivederci all’edizione 2012, dal tema “L’acqua di risorgiva, dal 1926 a oggi” con l’impegno del pubblico da tutto esaurito a non perdere il proprio posto a sedere, come a molti è successo quest’anno.