martedì 10 gennaio 2012

10 gennaio 2012: CODROIPO – RIVOLTO RUBATE OCHE DAL BOSCO DI SAN FRANCESCO A VILLA MANIN: I BAMBINI PUNISCONO I RESPONSABILI






Lunedì mattina, sulla  rotonda di Lonca di Codroipo, a due chilometri da Villa Manin, tra i cespugli spiccava la sagoma di un’oca realizzata da qualche scuola friulana e protagonista dell’allestimento “Il Bosco di San Francesco”. Una piccola allieva della scuola dell’infanzia di Rivolto l’ha notata e ha consigliato alla madre di riportarla al suo posto. La sagoma dell’oca è stata consegnata all’ufficio della Pro Loco che ha provveduto al relativo riposizionamento. Ma ieri mattina due allieve della scuola hanno visto  un’altra oca, nello stesso punto del giorno precedente. Sotto il segnale con la freccia  indicante la rotonda di Lonca. Le due bambine, molto amareggiate, hanno riferito alle insegnanti ciò che avevano visto. Hanno anche chiesto di scrivere un cartello “ Vergogna. Non portate via le paperelle di Villa Manin. Lasciatele in pace. I bambini della Scuola dell’Infanzia di Rivolto vi sgridano”.  I bambini “grandi” in rappresentanza della Scuola, sono andati sul luogo dove giaceva, infreddolita e bagnata, l’oca rivestita di ovatta e lana. Al suo posto hanno posizionato il cartello con le parole dettate dal loro cuore.  Poi hanno voluto personalmente consegnare agli addetti della Pro Loco la sagoma dell’oca, priva del palo di sostegno visibilmente spaccato e del nome della scuola autrice. Tutti gli addetti in forza all’Ufficio Pro Loco e i volontari del “Bosco di San Francesco” hanno ringraziato i bambini, informandoli di aver già denunciato la scomparsa delle oche, nella speranza che simili fatti non si ripetano.

Nessun commento:

Posta un commento