giovedì 20 settembre 2012

Il Ponte di ottobre 2012


 

                                                                                  


SEDEGLIANO (UDINE)
 7 ottobre 2012 

CONCERTO IN OMAGGIO ALLA MEMORIA DI PLINIO CLABASSI

Domenica 7 ottobre, alle ore 16.00,  a libero ingresso, nel Teatro “Plinio Clabassi”, avrà luogo il concerto che renderà lustro e omaggio alla prestigiosa figura di Plinio, il Basso di tipica tradizione e scuola italiana cui Sedegliano ha dato i natali nel 1920.  In oltre trent’anni di carriera, egli venne apprezzato dalla critica per la correttezza, la serietà, l'intelligenza nonché per la dignitosa cura con cui ha sempre affrontato  i ruoli sostenuti. La sua voce viene ancora lodata per il mordente e l’uniformità.   Importante cornice della cerimonia saranno  il concerto vocale con la soprano Liliana Moro, il tenore Roberto Miani ed il basso baritono Eugenio Leggiadri Gallani, accompagnati al pianoforte dal Maestro Fabiana Noro. Al flauto antico Ensemble Fontanis,alla chitarra Pierluigi Clemente  e al pianoforte il Maestro Olinto Contardo, artista di spicco nel panorama musicale internazionale e nell’albo d’oro del premio  “Grandi Friulani nel mondo”. Durante il concerto saranno proposti brani originali d’epoca eseguiti da Plinio Clabassi.  Ospiti d’onore Lella Cuberli, soprano particolarmente specializzata nel belcanto italiano,  ed il basso  Bonaldo Giaiotti,  interprete  nei più importanti teatri del mondo. Come da tradizione del concerto lirico e strumentale è previsto il ricordo della missionaria friulana Suor Amelia Cimolino, nel centenario della nascita,  prima insignita del premio  “Grandi friulani nel mondo”. Promotore della manifestazione è il Circolo Musicale, presieduto dalla Signora Gianna, vedova di Clabassi, in sinergia con il Comune di Sedegliano e con il patrocinio della Provincia, Club Unesco di Udine  e  Fondazione Crup.

 

CAMINO al TAGLIAMENTO (ud)   

VALENTINO ODORICO PRESENTA IL SUO ULTIMO ROMANZO  “STO COME LE NUVOLE DI MAGRITTE”    

Venerdì 19 ottobre, ore 20.30, Valentino Odorico,  musicista, autore, scrittore ed esperto nel settore alta moda, svelerà ai propri estimatori ed amici il suo secondo romanzo “Sto come le nuvole di Magritte” (Edizioni Croce). Sarà ospitato nella cornice dell’Azienda “Ferrin” che già aveva dato il “La” al suo primo romanzo “Piovono giornate di sole” nel 2008. Valentino, nato nel 1981 a Bugnins di Camino al T., pur vivendo  e lavorando in Svizzera, ha voluto che la prima presentazione del nuovo romanzo avvenisse nella sua terra, cui si sente fortemente legato. Una sorta di trampolino da cui prenderà il via la nutrita fase di promozione che lo vedrà impegnato in librerie, interviste radio e tv , serate a tema, anche oltre confine. Il romanzo, uscito a fine settembre in tutti gli store on line e nelle migliori librerie, sta già riscuotendo il successo che ricalca quello dei libri editi in precedenza.  E’ tenuto a battesimo dalla conduttrice e cantante italiana Stefania Orlando che riassume così i tratti salienti dell’opera: "Mente brillante, vizi comprati, successo, disperazione, soldi, internazionalità. Un romanzo pieno di emozioni e ricco di luoghi vissuti e raccontati con immagini nitide e reali. La debolezza di un uomo, una storia che ti cattura, da cui non riesci a staccarti e che rapisce il tuo tempo.
Una New York di sensazioni contrastanti che ti porta ad un finale sconvolgente, commovente ed emozionante. Una storia quasi cinematografica". Ambientata a New York, l’ultima fatica letteraria di Valentino ne evidenzia la tempra sensibile e tenace, capace di spaziare in ambiti molto diversi tra loro, quali la discografia, la musica, la scrittura. Micce che ne fanno esplodere l’eclettica creatività, sempre radicata in una rara forma di spiccata umanità.


                                                                          

 

VILLA MANIN: 

“ CONFRONTI”: SFILATA D’ALTA  MODA DEI GRANDI STILISTI E  ATELIER FRIULANI

Raffinatezza di stelle in cielo si è specchiata sulle stelle della moda in passerella nella dimora dogale di Villa Manin a Passariano, la sera del 7 settembre, davanti ad un migliaio di persone.  In sfilata l’alta moda anni 60-80 vintage, proveniente dalla collezione bresciana dei Musei Mazzucchelli   e quella attuale delle aziende artigiane Fvg.  Raffinati abiti di Ferrè, Capucci, Valentino, Versace, Genny, Krizia, sorelle Fontana e altri a confronto con l’ espressione della creatività degli atelier regionali,  Tiziano, Chiara Banelli ed Emozioni by Gloria De Martin di Udine, Fiandra Pelliccerie di Trieste, Linea Sposa di Vita Lorusso e Artigiana della Pelle di Maria Gabriella Lisini di Monfalcone,  e la Sartoria Francesco Giorgi di Trieste.
Non competizione ma parallelo tra varie creazioni sartoriali diverse per stile e periodo storico. L’eccellenza della moda già osannata e quella della nostra regione,  in una scia ideale di continuità.  Una sfilata di opere d’arte a confronto,  rivivendo il sogno dei grandi stilisti, per scrivere insieme la storia della moda italiana e friulana. Nata da un’ idea di Pierangela Gemignani, vicepresidente della Fondazione Giacomini dei Musei Mazzucchelli, in sinergia  con l’Azienda speciale Villa Manin, Confartigianato Imprese Fvg e Regione, la sfilata ha congiunto 17
 imprese made in Friuli,  con la regia di Studiomadà. Le ragioni del pieno successo della manifestazione
 sono state espresse dall’Assessore regionale Elio De Anna, dall’Amministratore dell’Azienda Speciale Enzo Cainero, dal Presidente di Confartigianato Fvg Graziano Tilatti e dal Presidente dei Musei Mazzucchelli, Piero Giacomini. La moda, collegata  anche alla mostra “Il Teatro della moda” fino al 4 novembre a Villa Manin, è riuscita a dar vita ad un evento di grande richiamo e spessore, vetrina di pregio per il territorio e per le imprese che vi operano.

                                                                                                                     

TALMASSONS: 

DAL COSMO ALLA PAROLA
All’Osservatorio Astronomico, con la luna in vacanza, il cielo di fine estate ha regalato alla quarta edizione di “Dal Cosmo alla parola”  il tetto ideale sotto il quale dare spessore ai contenuti poetici di nove cantori friulani e veneti coadiuvati dalla  voce di Vito Zucchi: Antonella Barina di Venezia, Piergiorgio Beraldo di Mestre, Franco Falzari di Camino al Tagliamento, Pierina Gallina di Codroipo, Alessandra Pecman di Muggia, Giorgia Pollastri di Mestre, Marta Roldan di Codroipo, Rosanna Perozzo di Padova, Irene Urli di Codroipo. L’energia dei versi a tu per tu con gli astri ha trovato casa nel luogo magico, lontano da paesi e luci,  dell’Osservatorio che ha saputo svelare  conoscenze inedite tramite le spiegazioni degli Astrofili e l’osservazione  con i telescopi di pianeti e galassie.  Le emozioni astrali e delle parole ispirate al cosmo,  hanno fatto eco al  saluto del Presidente del Cast, Lucio Furlanetto, e del Sindaco di Talmassons che ha apprezzato la filosofia  della manifestazione, ideata dalla poetessa Marta Roldan,  conclusasi con la degustazione dei vini "Ferrin".

Nessun commento:

Posta un commento