domenica 3 novembre 2013

CASE STREGATE...

 
 
Da casadimamma.blogspot.com
Per l'occasione, considerando anche  l'avvicinarsi della festa di Halloween, oggi "casadimamma" diventa :



Certamente i castelli fatati possono essere interessanti ma dove trovali se non nelle favole?!

Capita, invece, di imbattersi per davvero in abitazioni dall'aspetto così sinistro e misterioso da evocare all'istante qualcosa di magico ed inusuale. Dietro alle recinzioni ed alla folta vegetazione si celano i luoghi un tempo eleganti che fanno pensare a storie turbolente e leggende spaventose tramandate nel tempo ed arricchite di dettagli e particolari di ogni tipo. Come non essere "STREGATI" da tutto ciò?!?!

Ecco una piccola rassegna di case "stregate" tutte  legate a vicende o leggende interessanti che meriterebbero approfondimenti. Tutte ( o quasi ) sembrano abbandonate .... ma lo saranno veramente?!! 

Che ci si creda o no i presupposti per volare con la fantasia ci sono !! se poi si vuole volare su di una scopa  ancora meglio ... pronti e via!!!









La villa abbandonata conosciuta come Wyndcliffe sorge sulla riva orientale del fiume Hudson vicino a Rhinebeck, New York. Fu costruita nel 1853











Foto 2 e 3 : VILLA DE VECCHI e INTERNO


La suggestiva villa è chiamata appunto "Casa delle Streghe " o "Casa Rossa" 


e si trova a Cortenova, in Lombardia











Foto 4 e 5: CHATEAU DE NOISY
Chateau de Noisy, in Belgio è stato originariamente chiamato Chateau Miranda e completato nel 1866. Progettato da un architetto inglese è stato occupato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale e successivamente è diventato un orfanotrofio prima di essere abbandonata nel 1991.






Questo palazzo ha ispirato anche il film "The Others"



Questo imponente edificio abbandonato, nella contea di Galway, ha una storia oscura. Costruito nel 1779, situato in posizione dominante con vista sull'Oceano Atlantico, è stato utilizzato dal Black and Tans durante la Guerra d'indipendenza irlandese, prima di essere distrutto dall'IRA.

Nessun commento:

Posta un commento