sabato 28 giugno 2014

BARCIS e ANDREIS (Pn): SULLA VECCHIA STRADA DELLA VALCELLINA CON TRENINO TURISTICO - 21 giugno 14



Il lago di Barcis è lì, quieto come un vecchio appisolato su una panchina di un  parco. L’aria è fine, di quelle che ti pizzicano  la pelle. Soltanto in un luogo come questo, protetto da alti boschi e fitta vegetazione, la puoi sentire.

                                                 Il trenino rosso è fermo, in attesa di viaggiatori.
                                   Abaco Viaggi ospitiedel signor Alfio Zamataro, titolare di Friulviaggi
 
                                                         Tutti a bordo. Chiudere le porte.
 
L’allegria della musica sa contagiare e solletica la voglia di salirci e scoprire dove ti porterà.
 Il trenino dà il fischio della partenza per un viaggio di mezz’ora  attraverso  un arcobaleno di sfumature boschive e poi sulla vecchia strada della Valcellina. Un portone di ferro vagamente biancastro viene aperto dalle  mani rispettose dell’autista e subito richiuso.   
E’ un tratto che solo sul trenino si può percorrere.

Giochi di nubi e sole, incavature di rocce, orridi e grotte scavate dall’acqua, instancabile lavoratrice che danza  in cascatelle creative che poi si tuffano tra le mani di sassi appisolati. Punti panoramici da far sgranare gli occhi per scatti resi urgenti dalla loro meraviglia. Sono troppo speciali per poter passar dritti senza catturarli. Ponticelli di vecchie strade dismesse riportano ad un traffico lento che fa parte del patrimonio storico ed ambientale.  

Il fischio del trenino, che prosegue a sei  km all’ora, ricorda di apprezzare il deserto di ruote e di gambe. Nessuno circola qui all’infuori di lui.  Per questo canta il suo essere unico, fortunato veicolo degno di transitarvi, senza arrecare disturbo agli abitanti dei boschi e delle acque, abituati alla pace e al silenzio.  La natura è sovrana da queste parti, rispettosa padrona della potente storia e del felice presente.  Quando poi si stagliano le sagome umane che segnalano l’arrivo è facile provare una sorta di delusione. Ma l’opportunità di aver vissuto la singolare esperienza la spazza via, lasciando posto alla gratitudine.

Il trenino rosso, con tetto rinforzato, è attivo dal 31 maggio al 14 settembre, tutti i giorni dal 16 luglio al 24 agosto,  con la gestione affidata alla Friulviaggi di Spilimbergo.   E’ possibile effettuare il giro breve di mezz’ora o il giro lungo, da Barcis ad Andreis.  “Siamo molto contenti  – dichiara Alfio Zamataro,  titolare della Friulviaggi – perché con la nuova gestione abbiamo già fatto viaggiare un migliaio di persone e tutte scendono con gli occhi sgranati per la meraviglia di ciò che hanno visto. Siamo pronti ad accogliere ancora molti turisti che  vengono a trascorre le vacanze qui, anche in campeggio o in camper oltre che nelle strutture ricettive, ma anche quelli amanti del lago e della sua atmosfera”.

Per info e prenotazioni: info@friulviaggi.it o 0427-50316

Nessun commento:

Posta un commento