domenica 11 gennaio 2015

IL SENSO DEL MIO NATALE 2014

 la magia della vigilia è tutta lì, in quel tavolo rosso, lungo, il camino acceso e tante candele dalla fiamma lavoratrice.
                             Tutti con cappellino, anche Bruno,  ma Luca e Giada ce l'hanno verde

                                              Brindisi? Ma certo!
                                       Qualcosa sta per accadere... la gioia è qui...
                                     Sebastian immagina o vede?
                                mani, voci, all'unisono...Babbo Natale - Babbo Natale...
                                        No, non è questione di età. Natale è anche questo!
                                              Pierina e Norina...consuocere di fatto perfetto...
                                         Eccoloooo... è sbucato per magia dal bosco...proprio lui
                                           Cosa c'è nel sacco? Libri, giochi da fare insieme
                                               Babbo Natale in posa con Vanessa, Elisa e i 7 nipoti
                                                con Pierina, Norina, Loretta
                                        Via alla battaglia della fondue bourguignonne... Buon Natale!
                                   25 dicembre 2014: Mattino con sorpresa. 10 calze ripiene di?
                                    Ancora fuoco acceso, ancora il tavolo rosso ma con oro
                                                               Buon Natale davvero!
                                            
Eccola la mia famiglia. Grande. Fatta di personalità diverse. Famiglia  che vive, condivide, quasi tutto. Bello! A volte pesante? Forse sì ma praticamente MAI. E poi arriva Natale e allora tutti insieme intorno alla grande tavola con la tovaglia rossa e le candele accese.
La magia si fa romanzo da scrivere in un soffio
                                                  per il tempo di un  GRAZIE e di una poesia

ANCORA NATALE   
Ancora Natale, un altro nella collana dei giorni,  
e ancora ci siamo, io,  te e tutti noi.
Ci siamo, a giocare a nascondino con la paura e la fretta  di arrivare a domani.
Ancora Natale. 
Tempo di bilancio.  
Di pesare il dare e l’avere con la Vita.
Di un ricordo vivo, di una lacrima furtiva e dolce, di voglia prepotente di calore,
di fuoco e di gente, di musica e silenzio.
Ancora Natale, nella tua mano calda,
nel broncio indispettito, nella ruga appena nata,
nella fitta di un violino bramoso di allegria.
Ancora Natale  e sono qui, a guardare il sole attraverso  la grata di una rosa.
A centellinare il respiro.
                     E farne canzone per i segreti pensieri di luce.                      

                                       e una grossa candela rossa accesa con la fiamma di Betlemme
                                          che dura per giorni e giorni... come una benedizione!

E il cuore che esplode di gioia, se ti fermi a pensare, se ti guardi intorno e capisci che il mondo potrebbe finire in quell’istante e tu avresti intorno tutti quelli che ami di più al mondo. Se ti guardi intorno e sai che su di loro potrai sempre contare, perché qualunque cosa succeda, loro ci saranno.                                            

                                                      La FAMIGLIA E’ IL NATALE

Cosa mi mancherebbe se il Natale venisse cancellato dal calendario?

Mi mancherebbe quella rassicurante sensazione di famiglia che solo il Natale sa darmi.

                                                Mi mancherebbe il senso del Natale.

Nessun commento:

Posta un commento