lunedì 26 ottobre 2015

PINOCCHIO - con i genitori delle scuole di Talmassons (UD) 24 ottobre 2015


Dal legno di un bosco, il legno giusto

per il buon Geppetto che, da sempre, desiderava un figlio
  Eccolo! da subito vispo e birbante

 ma che ha fatto la felicità del buon vecchio Geppetto che lo ha vestito

                                                pitturato
                                             ed è andato anche a comprargli l'abbecedario
                                                pagandolo con la propria giacca.
                               Ma Pinocchio, invece di andare a scuola...

                                              insegue le lusinghe di alcuni girovaghi

 
                                               e dal loro padrone... dalla lunga barba nera...
                                               che, però, si commuove sentendo la storia di Pinocchio e gli regala cinque soldi per il povero Geppetto. Ma Pinocchio incontra il gatto e la volpe e...
                                               crede alle loro promesse di far crescere l'albero delle monete.
                  Geppetto lo cerca dappertutto, perfino nel mare e viene inghiottito da una balena
                               ma, alla fine, si ritrovano. E tutto finisce bene.

                                   Ecco i magnifici interpreti di una fiaba che ha unito la tradizione ad effetti moderni, capaci di tenere sempre alta la soglia di attenzione.

                                   E poi, a fine spettacolo, i complimenti agli attori-genitori.
 
                                                  Un abbraccio speciale di Paola e Pierina
a Geppetto, interpretato in maniera impeccabile da Sandra Tassile, mamma e maestra.
 



Per lei i fiori e l'abbraccio più bello della sua bambina, Emma.

Per lei la gratitudine per aver potuto assistere ad una interpretazione carica di umanità e garbo, come doveva essere il Geppetto del romanzo "Le avventure di Pinocchio" storia di un burattino, più noto come Pinocchio di Collodi,  scritto da Carlo Lorenzini  (1826-1890).

                         Per lei tutto l'affetto possibile.

Nessun commento:

Posta un commento