lunedì 11 gennaio 2016

IL PONTE, periodico del Medio Friuli - mese febbraio 2016


CAMINO AL T (UD)

PREMIO "FRIULI APERTO" a GUSTAVO ZANIN e LUISA SELLO  

 
 

Alla serata di cultura internazionale “La musica nel mondo”, promossa dal Circolo culturale “Il Favit e la Favite”, presso il Ristorante “Al Molino” di Glaunicco, in sinergia con gli Amici di Incroci culturali in Friuli e Club Unesco di Udine, sono intervenuti  gli assessori dei comuni di Codroipo, Camino al T  e Varmo che hanno consegnato gli attestati di merito ai premiati.  L’incipit è stato affidato a Gino Del Negro, presidente dell’Associazione “Favit e favite” e alla figlia Moira,cui è seguito l’intervento del dr. Paolo Garofalo su “Una serata tra amici dissertando di suoni e di musica”. Momenti salienti dell’evento sono stati  costituiti dalla  “Lectio magistralis” a cura di Gustavo Zanin, maestro organaro codroipese di antica tradizione su  “La musica attraverso la fantasia, la mitologia e la storia” e la musica per Bach interpretata al flauto dalla Prof.ssa Luisa Sello. Il Cav. Gustavo Zanin, pluripremiato e Grande Ufficiale al merito della Repubblica italiana, è noto nel mondo per l’azienda specializzata nella produzione di organi a canne a trasmissione meccanica. Vere opere d’arte, che diffondono l’immagine dell’Italia in tutto il mondo.  "Cos'è il suono? - ha chiesto Zanin. " Pitagora aveva scoperto che ogni corpo che si muove emette  un battito, una frequenza, un suono. Il Big Bang nasce dal suono? Sì, dato che le sfere celesti, nel loro movimento, emettono suoni. Come si ottiene il timbro?  Utilizzando le onde create da un sasso nello stagno.  L'organo dà il senso del mistero dell'universo. Dalle fondamenta di un palazzo all'infinito. I suoni lontani tra loro creano l'armonia delle sfere celesti"

La flautista udinese e di fama internazionale Luisa Sello, apprezzata interprete della musica colta, abbraccia diversi stili ed epoche, dal primo ottocento fino alle più avanzate espressioni della musica contemporanea. Professore di flauto al conservatorio di Trieste e visiting professor all’università di Vienna, Luisa Sello è artista sostenuta dai ministeri della Cultura e affari esteri per la sua attività concertistica nel mondo. Solo quest'anno si è esibita in 18 nazioni. Con orgoglio ha detto " Quando  suono spero sempre ci sia qualche friulano tra il pubblico. Dedico sempre un canto friulano, ovunque io sia. Spesso mi sono chiesta a cosa serva la mia musica. Ma quando mi viene detto che la mia musica consola allora in qualche modo mi sento utile".  L’evento, partecipato e premiato da folto pubblico,  ha voluto rendere omaggio ai due grandi artisti della musica e del suono che onorano il Friuli nel mondo.

                                                                                     

CODROIPO (UD)   

Gran Concerto di inizio anno:  raffinate sonorità per Orchestra e Coro Lirico

Al teatro Benois, taglio del nastro in musica per il 2016.  E che musica! Il Grande Concerto di inizio anno  ha attirato e conquistato il pubblico delle grandi occasioni, attento, partecipe  e consapevole di assistere ad un evento degno di lode. Promotrice la Scuola di Musica  “Città di Codroipo”, realtà ormai radicata nel territorio  che, da vari anni,  collabora con molte altre scuole di musica della provincia di Udine. Con otto di esse ha dato vita a Musicainrete,  ed è l’unica accreditata in Italia per l’insegnamento del metodo Bapne.  Il Grande concerto di inizio anno è  stato il suo modo più congeniale per augurare un 2016  di armonia, pace e buona musica. Un concerto-viaggio che ha condotto sulle strade sonore dei film più amati, con un medley di temi classici dei cartoons della Warner Bros Company,  tra cui i conosciutissimi Tom & Jerry e Bugs Bunny,  alcune pagine del compositore americano John Williams, nei luoghi della fantasia e nelle melodie dei grandi compositori come Verdi, Strauss,  Tchaikovsky , Vivaldi. Sul palco l’Orchestra giovanile Musicainrete e il Coro lirico “Città di Codroipo” diretti dalla qualificata terna di direttori, M° Elena Allegretto della Sc. di Musica di Treppo Grande, M° Orfeo Venuti della Sc. di Musica di Villalta di Fagagna e Giorgio Cozzutti, della Sc. di Musica di Codroipo.  Tanti tasselli per un unico, straordinario, puzzle  dipanatosi tra colonne sonore, i classici di ogni tempo e i brani più suggestivi del concerto di Capodanno trasmesso  dal teatro la Fenice di Venezia, concludendosi degnamente con la Marcia di Radestzky.  L’Orchestra giovanile Musicainrete  è l’espressione significativa dell’omonima  associazione, presieduta dal M° Giorgio Cozzutti,  che riunisce tredici Scuole della provincia di Udine  in una rete di progettualità didattica e artistica, umana e sociale. Nata nel 2012,  promuove le relazioni fra le scuole di musica, realizza progetti musicali di rilievo, promuove momenti di incontro specifici. Conta oltre 100 insegnanti e 1500 allievi ed è membro del tavolo permanente sulla musica della Provincia di Udine in collaborazione con Anbima, Uscf, Conservatorio di Udine.  Nel 2016  produrrà anche un evento dedicato alla chitarra, in memoria del compianto M° Baxiu. I protagonisti del Gran Concerto di inizio anno  hanno dato prova di come l’unione di diverse competenze musicali possa dar vita ad autentici capolavori.

RIVOLTO (UD) 

H

HARMONY GOSPEL SINGERS  infiammano  Rivolto

Hanno davvero infiammato la Parrocchiale, gremita in ogni ordine di posto. Hanno fatto ballare, applaudire, obbligatoriamente obbedire al ritmo travolgente di sonorità emesse con ogni fibra del loro corpo. Un concerto-esplosione di energia, capitanato dalla direttrice Stefania Mauro, profonda conoscitrice delle musiche delle chiese afroamericane. Le mani dei coristi sono liberate da spartiti e  testi da leggere. Essi conoscono ogni canzone a memoria e in inglese. Cantano con tutto ciò che hanno, corpo, voce, gestualità, fino ad esplodere grazie all’energia liberatrice.  Il corpo del Coro è uno solo, dondolante, fuso nel canto  mentre regala un diluvio di brani, tra i più ricchi ed acclamati, spaziando dagli spiritual classici al gospel contemporaneo. Con quel profumo di libertà capace di svuotare l’anima.  “Siate l’arcobaleno nelle nuvole degli altri” ha detto Cristian, presentatore e corista “Ogni cosa che respira lodi il Signore. E , per lodare il Signore, bisogna tirar fuori tutta l’energia del corpo. Re Gesù, King Jesus,  ci sta ascoltando”. “La dote fondamentale del cantante e del Coro Gospel è l’umiltà, perché sa di cantare qualcosa che non appartiene alla propria cultura. Un coro Gospel non va valutato per la voce ma per l’anima che ci mette nel canto e per la gioia che sa trasmettere” ha continuato. Quei novanta minuti di “preghiera” con la musica, in una sinergia totale tra Coro e pubblico, resteranno vivi in chi ha avuto la fortuna di esserci l’11 dicembre, nella chiesa di Rivolto. Con grande soddisfazione degli organizzatori. Le sezioni A.F.D.S. di Rivolto, Lonca e Passariano presiedute da Carla Comisso e la Pro Loco di Rivolto, presieduta da Elisa Fantino.
                                                                                                                                                   

Nessun commento:

Posta un commento