sabato 2 luglio 2016

FORTE & CHIARO: Mensile del Medio Friuli - Luglio 2016


                                                           CODROIPO AI RAGGI X

 


POLISPORTIVA sezione PATTINAGGIO: BALLANDO SUI PATTINI… E’ COME VOLARE

“Quando pattino sono sicura  di volare”, “ Mi piace il pattinaggio perché mi fa felice”, “Sui pattini le mie gambe volano stando ferme e il cuore batte forte forte” “Mi pare di ballare volando” … queste le parole di alcune tra le 56 atlete, di cui quattro maschi,  della sezione di pattinaggio su rotelle codroipese che dal  1990  rappresenta una grande opportunità sportiva per bambine e bambini dai 4 a 16 anni.  Inserita nella  Nuova Polisportiva Codroipo, presieduta da Maurizio Chiarcossi,  quest’anno ha registrato un balzo di qualità grazie al nuovo staff delle insegnanti Maura Marsetti, Arianna Bracelli e Danila Trezza.  Il buon livello raggiunto dagli atleti ha dato lustro allo spettacolo di fine anno che li ha visti impegnati con grande responsabilità ed entusiasmo, uniti nella fatica e nella passione per quest’arte che disciplina ed esalta il rapporto tra le persone e tempra nella sfida con se stessi. Palpabili le emozioni e la motivazione,  percepite chiaramente nelle esibizioni di tutti ma, in particolare, delle coppie, la nuova disciplina che la Polisportiva ha deciso di abbracciare quest’anno. Le loro esibizioni hanno lasciato a bocca aperta il folto pubblico, per lo stile e la bravura dimostrati,  precursori di  futuri successi.  Giulia Roiatti e Riccardo Fabris, ad esempio, hanno già ottenuto il 3° posto al campionato italiano e, sulle ali della Carmen di Bizet, si sono esibiti  con  vincente complicità sulle rotelle.  Sara Scantamburlo e Diego Fabris, vincitori ai campionati provinciali,  hanno saputo esprimere vivacità e allegria sulle musiche Country. Non da meno Giulia Comisso e Gabriele Zamparini, pure vincitori ai campionati regionali, che hanno fatto sfoggio di figure sia obbligatorie che libere su musiche Jazz. Un’altra promettente coppia, la più giovane con i suoi 8 anni, è formata da Evita Gaudino e Alessio Moroso, ambedue interpreti dei delfini insieme alla ventina di atleti dalla 1° alla 5° primaria.  Ospitato al palazzetto dello sport e presentato da Elisa Padovani,  lo spettacolo ha visto esibirsi tutti i 56 atleti  che hanno interpretato vari animali, di terra, di aria e di acqua, dando vita a coreografie colorate e fantasiose. Coccinelle,  gazze,  tartarughe, delfini, leoni in frizzante carrellata  hanno ben reso l’idea dell’energia, vitalità e gioia che il pattinaggio su rotelle sa dare a chi lo pratica.  

                                                                                                                              

                               GRUPPO VOLONTARI CODROIPESI: CONOSCERLO PER APPREZZARLO

Che ci sia di mezzo il volontariato ovvero quella forma gratuita e generosa di aiutare gli altri, donando loro il proprio tempo ed energie, appare chiaro fin dal nome. Il resto però non è chiaro a tutti. Per esempio, chi  fa parte di questo gruppo? Prima di tutto, più che gruppo, è una Associazione iscritta al n° 257 del registro regionale delle organizzazioni di volontariato, presieduta da Pierangelo Defend.  Ne fa parte una trentina di soci e una ventina di persone diversamente abili. Di cosa si occupa? E’ nata nel 1981 con l’intenzione di valorizzare la persona come portatrice di dignità umana, al di là della propria condizione fisica, sociale o economica, e favorire il cambio di mentalità verso l’handicap e l’emarginazione. Dall’idea ai fatti il passo è stato breve. Infatti, è realtà sotto gli occhi di tutti il Centro Occupazionale diurno a “Casa Italia” in Via Mazzini 3, per persone diversamente abili. Gestito all’inizio dal Gruppo volontari, dal 1996, è passata all’Associazione  “Il Mosaico Onlus”, da cui è nata la Cooperativa “Il Mosaico” che attualmente gestisce il centro. Nel Centro Occupazionale diurno sono impiegati sei operatori tecnici del settore disabilità e quattordici persone diversamente abili che  svolgono attività terapeutiche e ricreative in vari settori: campionati di pallacanestro, nuoto, gite, Super Coro.  Nel centro occupazionale vengono svolti piccoli lavori di assemblaggio di bomboniere e biglietti augurali.  L’impegno costante delle due associazioni di volontariato è volto alla cultura della solidarietà, del vivere in gruppo, dell’organizzazione di eventi funzionali al raggiungimento di questi obiettivi. Quindi momenti di festa, partecipazione a iniziative sul territorio, soggiorni estivi, al mare e ai monti e sulla neve d’inverno, momenti di incontro, svago e divertimento con associazioni analoghe tra cui i Giochi senza Barriere. Tutto questo fermento del Gruppo Volontari comprende anche la formazione dei volontari e l’attività di sensibilizzazione. Come? Attraverso convegni, serate informative, continua informazione, in sinergia  con la rete di associazioni denominata “Centro servizi del volontariato”.  L’iniziativa più recente realizzata dal Gruppo è stata “Special Talents”, ispirato al più famoso “Italia’s Got Talent”, in auditorium, cui hanno aderito dieci associazioni e centri per disabili di tutta la regione. Ogni gruppo ha proposto il proprio spettacolo che spaziava dai balletti, gag teatrali, cortometraggi, cori, da mettere in scena per sette minuti. Insomma, una parodia all’italiana che ha dimostrato come i talenti nascano e crescano in ogni persona, senza distinzione di abilità più o meno diversa. Naturalmente, nello stile del Gruppo Volontari, il rinfresco finale ha coinvolto e messo in relazione oltre 400 persone. L’impegno del Gruppo volontari, però, va ben oltre ciò che è visibile pubblicamente perché, prima di tutto, si rivolge ai rapporti interpersonali e alla indispensabile continuità di presenza e supporto. Perché il mondo della disabilità non è ai margini ma è parte integrante della società e, in questo caso, del cuore della città di Codroipo.
 
CAMINO T.
A.F.D.S. in tour a Caporetto

Si è svolta l'annuale gita organizzata dalla sezione caminese A.F.D.S. presieduta da Illario Danussi, con meta  Caporetto, navigazione sull'Isonzo e  Redipuglia.   I partecipanti sono stati entusiasti nel toccare i luoghi protagonisti della grande guerra,  ricordando  le vittime innocenti di quel conflitto nel centenario.

 
 

 

Nessun commento:

Posta un commento