martedì 1 novembre 2016

"RAICES DE MI TIERRA" spettacolo sulla storia di CUBA - 11 novembre 16 - Codroipo (UD)





I
ll teatro Benois ha ospitato  lo spettacolo “Raices de Mi Tierra” venerdì 11 novembre, alle ore 20.30, promosso da “Mi tierra”, l’Associazione dei cubani in Friuli, con il patrocinio del comune di Codroipo. “Raices de mi tierra” è un viaggio nel tempo per conoscere la cultura cubana, la sua musica, la religione.  I protagonisti dello spettacolo sono cantanti, ballerini, artisti cubani professionisti e residenti in Friuli. Poesia, musica leggera e lirica,  balli caratteristici come il danzon, la tipica danza cubana, il cha cha cha,  la rumba, le danze degli schiavi sradicati dall’Africa, riportano alla storia di Cuba, dalle origini ai giorni nostri, con la presentazione di Elisa Padovani.  Lo sbarco di Cristoforo Colombo,  il 27 ottobre 1492, segnò infatti l’inizio di una nuova cultura e di un nuovo popolo formato dai geni di indios, europei, africani  e asiatici.  La soprano Laura Ulloa,  interprete di  Cecilia Valdés, il più osannato romanzo cubano di metà 1800, la ballerina e cantante  Maria Felix, i ballerini e coreografi Luis Camino, Yudi Debros e Libertad Manuela, la cantante Vilma Ramirez, due  orchestre, i Caramel e i Mariachi, che accompagneranno dal vivo l’evento e la presenza di Radio Rumberito da Milano, daranno voce e ritmo all’ incredibile “mescla” o mescolanza di etnie che costituisce il popolo cubano, facendo affiorare  il miscuglio magico e sensuale del mistero,  superstizione,  amore e allegria che lo identifica. Info 3483906411 e 3383889111


RAICES DE MI TIERRA … ENERGIA A MILLE IN STILE CUBANO


La parola chiave di uno spettacolo che ha infiammato il Benois è stata energia. Passionale, intensa, condivisa, in una sorta di messaggio di pace amplificato dal binomio Cuba-Friuli, assonanza premiata dall’intensa emozione dei protagonisti. Cubani residenti in Friuli, professionisti dello spettacolo con curriculum di tutto rispetto. Presentato da Elisa Padovani, “Raices de mi tierra”  ha delineato il ritratto di Cuba e dei suoi figli che girano il mondo facendo bandiera della loro Madre terra.

Mi Tierra, associazione  di Codroipo, presieduta da Maria Felicia, ha fortemente voluto questo spettacolo, patrocinato dal Comune di Codroipo,  per fare un inno  anche all’Italia, sorgente di fratellanza e pace.  In scena Cuba e Italia, a ballare e suonare e cantare, sempre vestiti di allegria e sorrisi spontanei e coinvolgenti. Due le orchestre a riempire di musica il teatro: i Mariachi e i Caramel,  graditissimi ospiti.




Dalle danze degli schiavi strappati dalle loro terre allo smarrimento delle loro donne lasciate sole, alla Rumba,  alla Santeria, la vera religione di Cuba, in un mix di sacro e profano affascinante. Dal Cha Cha Cha, ballo nato a Cuba nel cuore di Havana vecchia, due passi lenti e uno veloce, alle canzoni d’amore più autentiche, fino al romanzo più amato di Cuba,  Cecilia Valdés, interpretato dalla soprano Laura Ulloa, applauditissima.


Un insieme di coreografie e colori si è condensato   nel proclama di pace del brano interpretato dai Caramel “Una sola palabra – una sola parola”.  Pace come realtà possibile se le persone si danno la mano e superano le differenze del colore della pelle. Questo il messaggio lampante che uno spettacolo degno delle platee internazionali ha lasciato. Pace e fratellanza, missione non impossibile se ci si affida alla musica, unico motore capace di unire tutti i popoli della nostra Madre Terra.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento