Presso le prestigiose sale espositive delle Cisterne Romane di Palazzo Acquaviva di Atri, è visitabile la mostra che espone ‘La cultura Dongba, dalla scrittura pittografica dei Naxi all’arte contemporanea di Zhang Chun He’. Abbraccia, con un’ampia panoramica, le tante dimensioni di una civiltà unica e affascinante che rischia di scomparire, i Naxi, circa 250.000 abitanti che occupano la parte nord della provincia dello Yunnan, a sud ovest della Cina e ai piedi del Tibet. L’affascinante percorso tra le minoranze cinesi sarà alternato ad un’inedita selezione di manoscritti e codici miniati della collezione permanete del Museo a cura di Filippo Lanci, Astrid Narguet e Lucilla Stefoni.
Due le personali nelle Scuderie e nelle Sale di Palazzo Acquaviva: “Impromptu” di Yahon Chang a cura di Paolo De Grandis, Maria Rus Bojan e Francise Chang e “Starting from ThisHumanity” di Matteo Basilè a cura di Antonio Zimarino.
Autore di opere dal forte impatto visivo, Yahon Chang realizza le opere  a inchiostro su carta e carta di riso.