martedì 9 maggio 2017

CONVEGNO su"Il trattamento chirurgico del linfedema" a Villa Manin - Passariano (UD) 13 maggio 2017


Che non esistano i miracoli per il linfedema è emerso dall'autorevole convegno promosso dai comitati ANDOS di Codroipo, Pordenone e Tolmezzo, in sinergia con l'A.L.L di Udine, di sabato 13 maggio a Villa Manin,. .
Il Convegno ha fornito un’informazione corretta su un  approccio terapeutico del linfedema che sarà sempre più utilizzato in futuro.

Rinomati specialisti del settore di  fama nazionale e internazionale   hanno illustrato i metodi di cura del linfedema più idonei agli specifici casi,  le ultime tendenze di un approccio completamente nuovo nella gestione del linfedema, che mira a contenere e minimizzare le conseguenze derivanti dal disturbo della circolazione linfatica, sin dalla diagnosi.
I relatori, con una visione interdisciplinare, dalla fisiatria, all' estetica, dall'oncologia alla riabilitazione,  hanno affrontato  temi altamente innovativi, quali il ruolo della linfoscintografia nelle diagnosi delle alterazioni circolatorie linfatiche, il trattamento ricostruttivo dei vasi linfatici e la liposuzione nel trattamento del linfedema inveterato.
Realtori: il Dr. Alberto Onorato, specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione e Presidente dell'ALLil  Dott. Michele Povolato, specialista in Medicina Nucleare e Dirigente Medico 1° livello Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, il Dr. Christian Ure, specialista in Medicina Interna Direttore Centro di Linfologia LKH di Wolfsberg (Austria), il Dr. Alessandro Busetto, specialista in Chirurgia Toracica Dirigente Medico 1° livello Ospedale dell'Angelo, Mestre e il Dr. Marco Rivilli, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. 
La moderazione è stata affidata al Prof. Fabio Puglisi, specialista in Oncologia Direttore Scuola di specializzazione in Oncologia Università degli Studi di Udine.
L’evento è  patrocinato dalla Regione FVG, dal C.R.O. di Aviano, dalle AAS3 e AAS5, dai comuni di Codroipo, Pordenone e Tolmezzo.



Dopo il benvenuto della presidente dell'ANDOS di Codroipo,  Nidia Dorio,  dell'assessore al bilancio Patrizia Venuti, del cons. regionale Vittorino Boem il convegno ha toccato subito il tema del linfedema, davanti a un affollato auditorium. La chirurgia guarisce il linfedema ma non esistono i miracoli. La cosa più giusta è la prevenzione.  Autorevoli gli interventi dei vari specialisti dai quali è emerso che il linfedema è una malattia e non un sintomo, come spiegato dal Dott. Onorato. Perchè  si sviluppa il linfedema?  Se si otturano i vasi linfatici è come mettere un nodo al rubinetto, il tessuto si indurisce e si sviluppa tessuto adiposo. Il linfedema evolve se non si fa una diagnosi e un trattamento adeguato. E' malattia cronica disabilitante che non  minaccia la sopravvivenza ma ne limita la funzionalità.  Si può paragonarlo a un iceberg. Nel mondo 140 - 250 milioni di persono ne sono colpiti. In Italia si registrano 40mila nuovi casi all'anno. Oggi,  in Italia, sono  2.190.133 persone che ne soffrono. In Slovenia 77mila persone. Cosa fare?
Diagnosi, monitoraggio, terapia di cura.  Oggi le tecniche sono cambiate e si ottengono risultati brillanti se applicate da personaleesperto con ruoli definiti e autocura.  Anche per questo il linfedema è diminuito nei numeri. Il Dr. Christian Ure ha presentato la Clinica austriaca dove egli opera, tra l'altro premiata come edificio più bello della Carinzia -  www.lymphklink.at  - a Wolfsberg, specializzata per linfedema negli stadi 2 e 3 e diabete mellito.  Il Dr Michele Povolato ha sottolineato come dal 2006,  in Italia, il  linfedema sia riconosciuto come malattia. anche per il Dott Busetto  il linfedema è un problema serio che deve essere trattato perchè è una malattia che peggiora ma il chirurgo può fare la ricostruire dei vasi linfatici danneggiati, anche se l'intervento miracoloso non c'è. Fa del bene ma ha possibili complicanze e insuccessi. Ancora non esiste la tecnica ideale ma è caldeggiata la prevenzione con microchirurgia al momento dell'intervento per salvare i vasi linfatici. La prevenzione è l'unica strada da percorrere.



Dott Christian Ure



dott. Michele Povolato


                                            



 Dott. Alessandro Busetto

 


 Il convegno si è rivelato punto di convergenza autorevole sulla tematica del linfedema e portatore di speranza per le tante persone che ne soffrono.
 VILLA MANIN di PASSARIANO - Salone d'ingressoe visulae del parco.



 

Nessun commento:

Posta un commento