domenica 2 luglio 2017

CROAZIA - ZARA, NIN - PETRCANE - HOTEL PINIJA ... dove le rondini imparano ancora a volare - 24 giugno 1 luglio 2017



Immagina fili di telefono dove le rondini si corteggiano, nidi con musetti dalla bocca spalancata in attesa del cibo, cicale in allegro concerto, gabbiani volteggianti su un mare di swarovsky... dove sei?  
In un un luogo ancora fedele a madre natura. 

Dove lei è regina profumata di pini e lavanda. 

Un luogo gentile, figlio di una madre mai violata. Per questo scelto dalle farfalle e dalle rondini che ben sanno dove far nascere le loro creature. 
Quando il tempo trema non è per il freddo. E' perchè si emoziona a vedere le rondini che imparano a volare.
E mamma rondine apre le ali e spicca il volo girandosi per verificare che i piccoli imparino. La piccola rondine la guarda ma ha paura. Le ali serrate. Sta immobile sulla ringhiera del terrazzo fronte mare. La madre torna indietro. Paziente le cinguetta. La piccola rondine osa. Quasi cadendo annusa l'aria e vola. solo dopo cinguetta!
Da loro dovremmo imparare tutti a ubriacarci di silenzi e delle loro voci amichevoli, apprezzandone anche gli umori, i passaggi repentini dal sole alla pioggia, dal vento al quieto respiro delle nuvole. 
Questo luogo esiste ed è più  vicino di quanto pensi. E' in Croazia, 10 km da  Zara. 
Appiccicato a un paese antico come i romani dal nome cortissimo: Nin.
Si trova a Petrcane,  un fazzoletto sul mare che per capirlo bisogna solo vederlo.

Lì c'è l'Hotel Pinija, o pigna in italiano. Pini carichi di pigne fanno da ombrelloni che qui non servono. Danno ristoro e ombra e profumo.
 Questa struttura si trova a 1 minuto a piedi dalla spiaggia. Situato nella piccola, incantevole e pittoresca località di Petrčane, è circondato da una pineta odorosa e da una spiaggia di ciottoli e sassi, al riparo dal vento.
Il blu cobalto s'infrange sui miei piedi, bagnandoli con garbo. Il vociare eterno del mare si fa persino elegante. Una barca a vela, rispettosa, vi accomoda il corpo di latta.
E al Tramonto? 
Tutto si ferma e si inchina davanti al sole che saluta prima di partire per l'altra metà del mondo.  
Il mare smette di respirare. 

Il Silenzio  inghiotte l'anima. 

La palla di fuoco si fa vedere in tutto il suo splendore. 

Illumina di rosso l' azzurro, appoggiandovi il mento.

Noi sulla panchina. 
Due ragazzi si baciano su pietre bagnate davanti al faro.
Una madre allatta il suo bambino e canta una nenia sottovoce... 
Al tramonto di un altro giorno che muore  il miracolo si è già compiuto.

E io sono stata così fortunata da viverlo.

Il giorno del mio compleanno!











Al Pinija tutto è a portata di mano. Piscine esterna e interna, welness, passeggiate, biciclette, fermata dell'autobus per Zara a 10 km, libertà di mettersi dove si vuole e cambiare a piacimento, giochi per bambini e privacy per chi la cerca, buon cibo, musica dal vivo la sera. Vacanza ideale per coppie, famiglie e per chi cerca relax, in ambiente informale.





                 E' facile veder passare navi da Crociera e incorniciarle con il verde dei pini.


         A 5 km si trova la piccola città romana di   NIN o NONA il cui centro è situato su una piccola isoletta collegata da due ponti con la terraferma. Nin è la più antica città reale dal ricco e turbolento passato, con gli Illiri, i Croati, i Romani.







 

 Chiesa di Santa Croce, la più piccola cattedrale del mondo.

 

Appena fuori Nin, raggiungibile con comoda passerella in legno, ecco la chiesa di San Nicola, dove furono  incoronati sette re croati. Chiesa di St Anselmo, la prima cttedrale croata, del 500.

82 elementi selezionati
                                                  MUSEO DEL SALE a NIN - 550 ettari
a ogni ora la visita guidata, acnhe in lingua italiana. 60 Kn la visita che dura 40 minuti. Si visita la casa del sale, con tre stanze, video e foto. su una parete tutti i nomi di chi vi lavorava dal 1955 al 2017. 

Le saline hanno  2000 anni e furono opera dei romani. Ancora oggi si  fa come al tempo degli antichi romani. Con il Fango medicinale. Con le piscine di cemento così il sale non di attacca al fango. Il  sale si raccoglie solo d'estate, ogni 15 giorni. 4mila tonnellate e 5 tonnellate di fiore di sale, ricco di minerali ma non va usato per cucinare, come condimento finale.  Nelle saline vivono tanti uccelli, tra cui il Cavaliere d'Italia. 












                                                              Casa del sale: interni









                                                                 ZARA o ZADAR


Si entra dalla  Porta progettata dal veneziano Michele Sanmicheli, si arriva nel cuore cittadino, Piazza dei Popoli, con il Municipio e musica a ogni ora.   



Risultati immagini per zara chiesa san donato
Risultati immagini per cattedrale di sant'anastasia e campanile Chiesa di San Donato,  sconsacrata, oggi si tengono diversi concerti e serate musicali. Di epoca  paleoromanica dalla forma circolare che sino al XV secolo portava il nome di chiesa della Santissima Trinità. Nel XVI secolo, la chiesa prese il nome dal vescovo Donato che ne ordinò la costruzione. Il pavimento è di pietre rettangolari.

Cattedrale di S. Anastasia, con rosone e il sarcofago di s. Anastasia di serbia, dell'inizio del 4° secolo.  con il campanile alto 62 m, 180 scalin. Ingresso 2 euro. Dalla cima del campanile si può contemplare uno stupendo panorama dell’intera città e dei suoi dintorni.
Ma ciò che incanta di più in questa già ricca città è l'ORGANO DEL MARE:
Morske orgulje Sea organ Zadar 1286182374 La voce del mare, Zara CroaziaUn’opera architettonica molto particolare realizzata sul lungomare. Lunga 70 metri, è un vero e proprio strumento musicale. Infatti sotto i gradini sono stati installati 35 tubi di diverse lunghezze, diametro e inclinazione allo scopo di consentire il passaggio dell’aria e dell’acqua e produrre un suono diverso a seconda delle condizioni del vento e del mare. Il suono passa all’esterno in corrispondenza delle aperture poste sulla pietra, affinché tutti possano ascoltare le combinazioni di note.          Si può stare seduti a terra e la melodia che si sente non sarà mai la stessa!
                                                          VIDEO:   https://youtu.be/hAjvQDgMldw

E’ il luogo perfetto sia per chi cerca meditazione e contatto con la natura sia per chi è curioso di sperimentazioni sonore originali.
Zara va vissuta con calma e curiosità. Facendosi cullare dalla squisita accoglienza e dalle attrazioni singolari e incantevoli.

Oggi la città di Zara è una città monumento, la cui forma è il risultato dei diversi periodi storici e culturali attraversati. Sia oggi che nel corso della sua tormentata storia Zara è sempre stata protetta dai suoi quattro patroni: San Grisogono, San Simeone, Santa Anastasia e San Zoilo. Il vescovo di Zara, Donatus, all'inizio del IX secolo,  ricevette le reliquia dallo zar bizantino Nikifor, le ceneri della martire di Srijem, Anastasia, e le portò a Zara. La cattedrale di Zara prese il suo nome dalle reliquia, come anche la torta fatta del formaggio giovane e visciola marasca che dà vita al liquore Maraschino. Specialità di zara. Città da scoprire e amare.

Zara (in croato Zadar) sembra essersi definitivamente lasciata alle spalle la sua lunga e tormentata storia di bombardamenti aerei e guerra civile. Oggi è un centro vivace, con numerosi musei e gallerie d’arte, graziose piazze e vie per passeggiare. Il suo orgoglio sta forse nelle due moderne installazioni che coniugano ingegno umano e natura, l’Organo Marino e il Saluto del Sole, entrambe opere dell’apprezzatissimo architetto croato Nikola Bašić. Sono entrambi due eccezionali punti di osservazione, da cui potrete ammirare il mare lasciandovi emozionare dai luci o suoni che la natura produce grazie ad un progetto dell’uomo. - http://www.croazia.info/zara/
Zara (in croato Zadar) sembra essersi definitivamente lasciata alle spalle la sua lunga e tormentata storia di bombardamenti aerei e guerra civile. Oggi è un centro vivace, con numerosi musei e gallerie d’arte, graziose piazze e vie per passeggiare. Il suo orgoglio sta forse nelle due moderne installazioni che coniugano ingegno umano e natura, l’Organo Marino e il Saluto del Sole, entrambe opere dell’apprezzatissimo architetto croato Nikola Bašić. Sono entrambi due eccezionali punti di osservazione, da cui potrete ammirare il mare lasciandovi emozionare dai luci o suoni che la natura produce grazie ad un progetto dell’uomo. - http://www.croazia.info/zara/

Nessun commento:

Posta un commento