Pierantonio Locatelli erano Antonio Favrin, all’epoca giovane ingegnere, e Luigi Da Re, commerciale. A loro il merito di aver creduto in un sogno lungimirante di costruire su una strada di passaggio,  con tanto spazio e con manodopera di valore come quella del territorio codroipese, una grande azienda dal volto umano, moderna e luminosa.